News
La storia di un nome: da Mabbonath a Palermo

Per la sua lunga storia e a causa delle tantissime dominazioni che si sono succedute Palermo ha cambiato molti nomi, noi ne conosciamo sette: Mabbonath, Zyz, Panormos, Panormus, Balarm, Balermus e infine Palermo.

Le origini di Palermo sono antichissime, i graffiti della Grotta dell’Addaura indicano la presenza umana già nella preistoria . Non è possibile però stabilire con certezza quando fu fondata la città, sappiamo che i Sicani, i Cretesi e gli Elim vi si stabilirono, ma le prime notizie certe fissano la data delle fondazione al 734 a.c, quando i fenici stabilirono una colonia commerciale che chiamarono Mabbonath, ovvero città abitata.

Per i punici la città divenne ben presto di fondamentale importanza per i loro commerci, divenne la città più importante del triangolo fenicio, vista la favorevole posizione geografica che la pone al centro del Mediterraneo. Il nome della città divenne Zyz, che in fenicio significa fiore. Il riferimento al fiore è dato dalla forma che dall’alto aveva la città, con due fiumi che si avvicinano molto alla foce sul mare.

Nell’ottavo secolo a.c i greci colonizzarono la Sicilia e trasformarono il nome Zyz in Panormos o anche Pànhormos che deriva dall’unione di due parole greche, Pan (tutto) ed Hòrmos (porto), questo particolare nome deriva dalla conformazione stessa della città, che grazie ai due fiumi che la circondavano creavano un enorme approdo naturale. Oltre a questo Panormos, come tutte le città fenicie, basava la sua economia sul commercio marittimo.

I romani mantennero il nome greco, con una piccola modifica di pronuncia, dando un’impronta latina, declinando il nome il Panormus.

Ulteriore passaggio prima di arrivare alla forma moderna si ha con Balarm, durante la denominazione araba e veniva pronunciato Bal(e)rm. Anche se alcuni storici arabi contemporanei alla dominazione chiamavano la città semplicemente Madìnah, che in arabo identifica la città per antonomasia, questo sottolinea l’importanza che aveva raggiunto la stessa città sotto la dominazione araba.

Con i Normanni, che subentrano agli Arabi nel governo della città, continua il periodo di splendore, e Palermo diventa un moderno centro culturale e politico il cui nome diventa Balermus.

Infine il nome definitivo che la città ha acquisito in età moderna si deve al passaggio di Balermus al volgare italiano, e fu Palermo.

La storia millenaria e il susseguirsi delle dominazioni ha dato alla città un immenso e vario patrimonio artistico monumentale, che insieme al clima e alle bellezze naturali fanno di Palermo una tappa obbligata da visitare.

Tags

Leave a comment